Cuore, negli Usa il primo pacemaker senza batterie

LANSING – Un pacemaker senza batterie: il dispositivo è stato appena messo a punto dai ricercatori della Michigan University, che l’hanno presentato all’American Heart Association.

Il nuovo pacemaker verrà alimentato con il battito del cuore, senza più bisogno di ricorrere al chirurgo per sostituire le pile, un’operazione che, in media, viene fatta ogni sette anni.

La nuova tecnologia riesce a sfruttare l’energia dalle pulsazioni del cuore, arrivando a produrre anche dieci volte la quantità di corrente necessaria.

Nel nuovo pacemaker svolgono un ruolo fondamentale i cristalli piezoelettrici, che generano una carica elettrica quando vengono sottoposti ad una deformazione meccanica.

Se si riuscirà ad impiantare con successo il nuovo pacemaker su un uomo, assicurano i ricercatori, chi ha problemi cardiaci non dovrà più sottoporsi così di frequente alle operazioni chirurgiche.

 

 

 

Potrebbero interessarti anche...