Categorie
Salute

Colpo di calore: sintomi, come prevenirlo e trattarlo

Colpo di calore: con il caldo di questi giorni può capitare a chiunque. Ma come si può fare ad evitarlo e, soprattutto, come ci si può accorgere che si sta per avere e quindi prevenirlo?

Il colpo di calore, spiega il sito dell’ospedale Humanitas, è la conseguenza più grave che può derivare dall’aumeto anomalo della temperatura del corpo oltre i 40 gradi.

Può colpire a qualunque età, anche se a correre più rischi sono le persone sopra i 65 anni e i bambini piccoli. Intervenire per tempo è fondamentale per evitare gravi complicazioni a livello di organi come il cervello, il cuore, i reni e i muscoli, fino al decesso provocato dallo choc causato da un’improvvisa riduzione della pressione arteriosa.

Le cause possono essere due: temperature elevate e climi umidi o un’attività fisica molto intensa in ambiente caldo-umido. Nel primo caso sono le condizioni ambientali a scatenare l’aumento della temperatura corporea. Nel secondo, è l’esercizio fisico, specie se condotto in giornate o ambienti caldi e umidi che non favoriscono la dispersione del calore corporeo che si produce a causa del movimento.

Ma vediamo i sintomi del colpo di calore: innanzitutto l’innalzamento della temperatura corporea a sopra i 40 gradi. I sintomi sono nausea e vomito, pelle arrossata talvolta con perdita della capacità di sudorazione, respirazione o battiti cardiaci accelerati, mal di testa, crampi o debolezza muscolare, stato confusionale, fino alla perdita di conoscenza.

Per prevenire il colpo di calore è importante evitare di vestirsi troppo, prediligere abiti di colori chiari se si è esposti al sole, bere molto, non rimanere mai  in un’auto parcheggiata al sole, evitare l’attività fisica intensa nelle ore più calde della giornata, dare tempo all’organismo di adattarsi a climi caldi cui non è abituato.

Come “curare” un colpo di calore? Innanzitutto, in attesa dell’arrivo di un medico, è importante cercare di abbassare la temperatura corporea mettendo la persona colpita all’ombra e spogliandola degli abiti in eccesso, farle impacchi freddi sulla testa, sul collo, sotto le ascelle e all’inguine, vaporizzando dell’acqua sul corpo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.