Colesterolo e pressione alta: 4 erbe per contrastarli

Colesterolo, il succo di bergamotto aiuta a contrastarlo

ROMA – Malattie del cuore e fattori di rischio come colesterolo cattivo e pressione alta sono molto pericolosi e devono essere tenuti sotto controllo. Secondo le stime, le malattie legate all’apparato circolatorio e al cuore sono tra quelle che mettono più a rischio la vita umana. La salute del cuore dipende da diversi fattori, primi fra tutti una sana alimentazione e uno stile di vita attivo. Esistono anche alcune erbe e rimedi naturali che ci aiutano a migliorare la salute dell’apparato cardiocircolatorio agendo positivamente su colesterolo, pressione alta e altri fattori di rischio pericolosi.

Ibisco: dal fiore di ibisco si prepara il karkadè, un vero toccasana per la salute del cuore. Il karkadè, oltre ad essere molto gustoso (il suo sapore ricorda quello dei mirtilli) sembra anche essere utile ad abbassare la pressione sanguigna. In particolare, alcune ricerche sembrano confermare le sue efficaci proprietà anti-ipertensive grazie al suo effetto diuretico e alla sua capacità di ridurre l’attività dell’enzima di conversione dell’angiotensina, grazie alla presenza degli antociani. I fiori di ibisco, inoltre, sono naturalmente ricchi di flavonoidi, che svolgono un’importante azione vasoprotettiva.

Bacche di Aronia: l’Aronia è una delle bacche con maggior contenuto di antiossidanti. In particolare sono ricche di antociani (circa 1480 mg ogni 100 grammi di bacche) utili a contrastare le ossidazioni cellulare e prevenire malattie cardiovascolari oltre che a ridurre l’infiammazione cronica e migliorare la salute dell’organismo in generale. Alcuni studi hanno dimostrato che il succo di aronia, preso come supplemento dietetico, aiuta a gestire i picchi glicemici e ad abbassare i livelli di colesterolo cattivo nel sangue. Le bacche di aronia in Italia sono reperibili facilmente nei supermercati ma anche nei negozi dedicati all’alimentazione naturale. In alternativa, possono essere acquistare online direttamente dai produttori, ricordando però di affidarsi sempre a canali di vendita sicuri.

Aglio: le proprietà protettive dell’aglio a livello cardiovascolare e cerebrovascolare sono state dimostrate da diversi studi. L’aglio è uno dei rimedi naturali migliori che si possano assumere anche se, come ogni rimedio naturale, non bisogna abusarne. L’aglio infatti contribuisce a fluidificare il sangue, il che può essere senza dubbio positivo per contrastare la formazione di trombi ma può creare problemi se si assumono anticoagulanti. L’estratto di aglio secco invecchiato ha dimostrato di apportare numerosi benefici al sistema circolatorio, anche attraverso l’abbassamento del colesterolo e della pressione sanguigna alta [78]. Se non si gradisce il sapore dell’aglio fresco, è possibile acquistare questo vegetale sotto forma di estratto e/o di integratore. L’aglio è un ottimo alleato contro l’aterosclerosi, ovvero l’indurimento delle arterie dovuto a diversi fattori tra cui la formazione di placche. Secondo un nuovo studio pubblicato sul ‘Journal of Nutrition’, l’assunzione di aglio sotto forma di estratto secco può invertire l’accumulo delle placche nella arterie, aiutando così a prevenire infarti ed ictus. Lo studio, condotto dai ricercatori del Los Angeles Biomedical Research Institute (LA BioMed), negli Stati Uniti, ha coinvolto 55 pazienti di età compresa tra 40 e 75 anni con sindrome metabolica, cioè caratterizzata da obesità, ipertensione e altri fattori di rischio cardiaco. Tutti i volontari sono stati sottoposti alla misurazione del volume totale della placca coronarica utilizzando un’angiografia coronarica con tomografia computerizzata, una tecnologia di imaging non invasivo che misura con precisione i depositi di calcio e l’accumulo di placche nelle arterie. Ai partecipanti è stato quindi somministrato un placebo o una dose di 2.400 mg di estratto di aglio secco ogni giorno. Uno screening di follow-up condotto un anno dopo quello iniziale ha trovato coloro che avevano preso l’estratto avevano rallentato l‘accumulo totale di placca nelle arterie dell’80%.

Biancospino: dalle spiccate proprietà antiossidanti, le bacche rosse di questa pianta aiutano a tenere a bada la pressione alta, l’insufficienza cardiaca e l’aritmia. Inoltre il biancospino rinforza le pareti dei vasi sanguigni e contribuisce a scongiurare la formazione di coaguli di sangue, migliorando in questo modo la circolazione e il muscolo cardiaco. Il biancospino è reperibile nelle erboristerie sotto forma di tisana, compresse o gocce.

Potrebbero interessarti anche...