Categorie
Salute

Colesterolo e pressione alta: 4 rimedi naturali per contrastarli

ROMA – Colesterolo e pressione alta rappresentano fattori di rischio che andrebbero tenuti sotto controllo in quanto possono portare a malattie anche gravi. Un cuore sano dipende da vari fattori ma gli esperti sono concordi nell’affermare che alimentazione sana ed equilibrata e uno stile di vita attivo rappresentano la migliore medicina contro malattie gravi come infarto o ictus ma anche contro colesterolo cattivo alto e ipertensione. La natura ci viene incontro fornendoci alcuni modi naturali per mantenere il nostro cuore in salute.

Karkadè: noto anche come tè di ibisco, è una bevanda che deriva dai fiori di ibisco. Il karkadè, oltre ad essere molto gustoso (il suo sapore ricorda quello dei mirtilli) sembra anche essere utile ad abbassare la pressione sanguigna. In particolare, alcune ricerche sembrano confermare le sue efficaci proprietà anti-ipertensive grazie al suo effetto diuretico e alla sua capacità di ridurre l’attività dell’enzima di conversione dell’angiotensina, grazie alla presenza degli antociani. I fiori di ibisco, inoltre, sono naturalmente ricchi di flavonoidi, che svolgono un’importante azione vasoprotettiva.

Vitamina C: uno dei nutrienti più importanti per la salute del nostro organismo, la vitamina C aiuta a prevenire la pressione alta, contribuisce ad impedire l’indurimento delle arterie e quindi previene l’aterosclerosi,
ripara le pareti danneggiate delle arterie, e aumenta i livelli di colesterolo buono. Risulta quindi fondamentale introdurre nella propria dieta settimanale alimenti ricchi di vitamina C come peperoncino, peperoni, broccoli, rucola, cavolfiore, kiwi, agrumi, fragole, e mango.

Vitamine B6 e B9: Le vitamine B6 e B9 sono molto importanti perché contribuiscono a tenere sotto controllo i livelli di omocisteina, un amminoacido che, se presente nel sangue in quantità eccessiva, rappresenta un grave fattore di rischio per la salute del cuore e dell’apparato cardiovascolare. Le vitamine del gruppo B in natura si possono trovare soprattutto in verdure a foglia verde come spinaci, broccoli e lattuga, uova, legumi e fegato.

Olivello spinoso: molto conosciuto nelle regioni tibetane, dove fin dall’antichità è apprezzato per le sue proprietà fitoterapiche. I frutti dell’olivello spinoso sono in grado di tenere a bada i livelli di colesterolo cattivo. E’ anche ricco di omega 7 e omega 3, acidi grassi essenziali che aiutano ad abbassare il colesterolo e a prevenire la formazione di coaguli sanguigni, e quindi di trombi pericolosi per l’intero sistema cardiovascolare. Inoltre, contiene numerosi antiossidanti che aiutano il corpo a contrastare l’azione dannosa dei radicali liberi. In Italia è possibile reperire l’olivello spinoso sotto forma di integratori, capsule, polvere o succo.