Colesterolo, 5 integratori alimentari per abbassarlo

colesterolo_Tè_ibisco

ROMA – Il colesterolo alto è un fattore di rischio da tenere sotto controllo in quanto può portare a problemi di salute anche gravi, come malattie cardiocircolatorie, infarto o ictus. Se una giusta cura farmacologica coadiuvata da alimentazione sana e attività fisica moderata rappresenta le regole base da seguire per contrastare livelli troppo alto di colesterolo cattivo nel sangue, anche alcuni integratori alimentari possono esserci di aiuto. Nonostante la lista di quelli che promettono di abbassare il colesterolo sia lunga, non tutti sono veramente efficaci. Vediamo quali sono basandoci su ricerche scientifiche hanno dimostrato che è possibile ridurre i livelli di colesterolo usando regolarmente alcuni integratori alimentari con proprietà ipocolesterolemizzanti.

Prima di tutto, però, è importante sottolineare che per assumere qualsiasi tipo di integratore, anche se naturale al 100%, è sempre opportuno parlarne con il proprio medico visto che molti di questi contengono principi attivi che possono interagire con altri farmaci.

Tarassaco: alcuni studi hanno dimostrato che gli integratori di tarassaco son efficaci per ridurre i livelli di trigliceridi e il colesterolo totale nel sangue. Se risulta difficile reperire le foglie e le radici di tarassaco durante tutto l’anno, esistono gli integratori alimentari di quest’erba. Si possono acquistare facilmente in erboristeria sia sotto forma di capsule sia sotto forma di compresse.

Curcumina: possiede diverse proprietà benefiche grazie alle proprietà antiossidanti e antinfiammatorie. Alcuni studi hanno dimostrato che la curcumina è efficace nell’abbassare il colesterolo LDL e i trigliceridi, e può essere un valido aiuto naturale per le persone che soffrono di sindrome coronarica acuta e sindrome metabolica.

Aglio: gli integratori di aglio risultano particolarmente efficaci contro i livelli di colesterolo. Tutto merito dell’allicina, principio attivo presente nell’aglio con proprietà ipocolesterolemizzante. Si tratta di un composto solforato che, inoltre, possiede proprietà antifungine, antibatteriche e antibiotiche. Diversi studi hanno dimostrato che l’allicina può favorire la salute cardiocircolatoria e diminuire i livelli di colesterolo totale e delle LDL fino al 10-15%. Oltre ad utilizzare l’aglio per preparare piatti e pietanze saporite, è possibile ricorrere ad integratori alimentari di aglio, facilmente reperibili nelle erboristerie.

Niacina: più nota come vitamina B3, la niacina se assunta come integratore alimentare aiuta ad aumentare i livelli delle lipoproteine ad alta densità HDL (colesterolo buono) e diminuire il colesterolo LDL (quello cattivo).

Isoflavoni di soia: uno studio ha dimostrato che integratori di isoflavoni della soia riducono significativamente il livello sierico di colesterolo totale e LDL. Anche le proteine della soia che contengono isoflavoni migliorano in modo significativo il profilo lipidico. Non vi sono invece cambiamenti legati al tasso di colesterolo HDL, ovvero quello buono. Nel caso in cui si acquistino proteine della soia, sccertarsi che contengano isoflavoni.

Potrebbero interessarti anche...