Colesterolo cattivo, 4 succhi vegetali per abbassarlo

Colesterolo, il succo di bergamotto aiuta a contrastarlo

ROMA – Il colesterolo è un grasso molto importante per il benessere della nostra salute, a patto che i valori siano nella norma. Nel caso in cui i livelli di colesterolo diventino troppo alti bisogna correre immediatamente ai ripari in quanto si tratta di un fattore di rischio da non sottovalutare. Oltre a chiedere consiglio al proprio medico ed eventualmente iniziare con una specifica cura farmacologica, è stato dimostrato che una alimentazione sana e mirata e uno stile di vita attivo possono agire sui livelli di colesterolo nel sangue. Mangiare più frutta e verdura e diminuire le porzioni dei cibi grassi e calorici è il primo passo verso la salute delle nostre arterie. A tal proposito, gli esperti consigliano anche di inserire nella propria dieta settimanale succhi di verdura, che oltre ad essere gustosi sono anche un vero concentrato di benessere. A patto, ovviamente, che siano 100% naturali e fatti in casa, senza aggiunta di zucchero e additivi. Molte di queste bevande contengono fitonutrienti, oltre a vitamine e minerali, che tra i tanti benefici per la nostra salute aiutano anche ad abbassare il colesterolo cattivo. Di seguito, 4 succhi vegetali raccomandati per migliorare i livelli di colesterolo nel sangue.

Estratto di zenzero: uno studio del 2000 pubblicato sulla rivista  Journal of Nutrition ha dimostrato che l’estratto di zenzero è in grado di abbassare i livelli di colesterolo cattivo (LDL), di inibire l’ossidazione delle LDL e ridurre le placche sulle pareti delle arterie. Anche un altro studio pubblicato nel 2008 sul Saudit Medica Journal ha confermato gli effetti positivi nella riduzione dei livelli di LDL e dei trigliceridi nei soggetti che avevano assunto 3 grammi di zenzero in polvere al giorno. Sembra che tutto sia dovuto a gingeroli e shogaoli, composti antiossidanti contenuti nello zenzero, che pare siano i responsabili della diminuzione del tasso di colesterolo, impedendo l’ossidazione delle lipoproteine. Queste potenti sostanze distruggono i radicali liberi che causano l’ossidazione delle LDL e l’accumulo delle placche arteriose.

Succo di mela: secondo i risultati di uno studio pubblicato dalla rivista Lipids in Health and Disease nel 2009, il succo di mela aiuta ad inibire la progressione dell’aterosclerosi e a ridurre il colesterolo totale, i trigliceridi, le infiammazioni, i fattori di coagulazione del sangue e l’aterosclerosi nelle arterie coronarie.

Succo di melagrana: da diversi studi è emerso che il consumo di succo di melagrana diminuisce l’ossidazione delle LDL, incrementando l’attività benefica delle HDL. Nello specifico, uno studio durato tre anni e pubblicato nel numero di giugno 2004 del Clinical Nutrition ha preso in esame alcuni pazienti affetti da stenosi carotidea (accumulo di placche nelle arterie che portano al cervello), e ha dimostrato che il consumo regolare di succo di melagrana ha portato a una diminuzione dello spessore delle placche arteriose così come della pressione sanguigna.

Succo di pomodoro: i pomodori sono ricchi di licopene e beta-carotene, antiossidanti che contrastano l’ossidazione delle LDL, riducendo il colesterolo cattivo. In una ricerca condotta nel 2007 dalla University of Oulu, alcuni pazienti hanno dovuto seguire una dieta ad alto contenuto di pomodori per tre settimane, prevalentemente caratterizzata da succo di pomodoro. Tale dieta ha portato benefici nei livelli di colesterolo.

Potrebbero interessarti anche...