Colesterolo alto in menopausa: rimedi naturali efficaci

Colesterolo alto: i cibi che lo abbassano

ROMA – L’aumento del colesterolo alto quando si è in menopausa è un fenomeno piuttosto comune. Fortunatamente, è possibile abbassare il colesterolo grazie a delle specifiche cure farmacologiche e alcuni rimedi naturali efficaci.

Quando si è in menopausa è facile notare un aumento del livello di colesterolo cattivo nel sangue, a causa della riduzione degli estrogeni prodotti dall’organismo. Oltre a seguire i consigli del medico, alcuni rimedi naturali che ci vengono dall’alimentazione ci danno una mano a tenere sotto controllo questo valore. Eccone alcuni.

Avena integrale: studi hanno dimostrato che l’avena protegge da patologie legate al sistema cardiaco e aiuta a ridurre il livello di colesterolo cattivo. Inoltre, l’avena è ricca di fibre e ci aiuta a mantenere sano il nostro intestino. Potete gustarla la mattina preparando del porridge con fiocchi di avena integrale, oppure potete preparare una insalata di farro, orzo e avena da mangiare a pranzo o a cena. 

Melatonina: non tutti lo sanno ma la metonina non solo ci aiuta a regolare il ciclo sonno-veglia ma anche ad aumentare il livello di colesterolo buono a scapito di quello cattivo. Assumere melatonina ci permetterà di dormire meglio e di diminuire i rischi di problemi cardiovascolari.

Soia e trifoglio rosso: le proteine della soia aiutano a ridurre il colesterolo cattivo mentre il trifoglio rosso riduce i trigliceridi e stimola la produzione di colesterolo buono. Introdurre nella dieta quotidiana questi due alimenti aiuterà quindi a tenere a bada il colesterolo durante la menopausa. Se la soia ormai è diventata un cibo facilmente reperibile anche nei supermercati, il trifoglio rosso è possibile trovarlo sotto forma di integratore in erboristeria e negozi che vendono prodotti naturali.

Riso rosso fermentato: molto comune in Cina ma poco conosciuto in Europa, il riso rosso fermentato viene ottenuto dalla fermentazione del riso cotto con il micete Monascus purpureus. Oltre a un’elevata concentrazione di amido, il riso rosso fermentato contiene le monacoline, composti attivi tra cui è rilevante la Monacolina K che molti studi hanno evidenziato che contribuisce al mantenimento di livelli normali di colesterolo nel sangue. Secondo recenti ricerche, la Monacolina K è una specie di statina di origine naturale. In sostanza, controlla i livelli di colesterolo nel sangue inibendo l’enzima che lo produce e che in alcuni soggetti “impazzisce”. Inoltre, il riso rosso fermentato contiene anche acidi grassi polinsaturi, beta-sitosterolo e altri componenti che hanno dimostrato di controllare la colesterolemia ma anche i livelli di LDL e di trigliceridi.

Potrebbero interessarti anche...