Categorie
Salute

Ciclo, addio assorbenti con il “flusso istintivo libero”

Ciclo, addio assorbenti, tampax e coppette mestruali. Il metodo per liberarsene si chiama “flusso istintivo libero” ed è stato messo a punto da una blogger ambientalista, Pauline. La giovane ha spiegato alla dottoressa Marjorie Cambier, psicologa clinica sessuologa, in che cosa consiste il FFI – Free Flow Instinct.

Come racconta MarieClaire, 

Questa pratica consiste nel non usare assorbenti né coppette durante il ciclo facendo letteralmente colare il flusso sanguigno quando si va alla toilette. La domanda sorge spontanea: chiunque può praticare il flusso istintivo libero anche le donne che hanno un ciclo mestruale abbondante?

Secondo le molte testimonianze raccolte dalla dottoressa Cambier, è necessario un periodo di “adattamento” e bisogna saper ascoltare molto bene il proprio corpo. Ma tra i vantaggi, oltre a quello psicologico, c’è anche quello economico.

Per la dottoressa Marjorie Cambier il flusso istintivo libero consiste nello

“sviluppare una sottile consapevolezza del proprio corpo che permetta di sentire quando il flusso mestruale sta per essere rilasciato e, quindi, di non dovere ricorrere a nessuna protezione per potere vivere quei giorni nel modo più naturale possibile in totale armonia con il proprio corpo”.

Le donne che lo praticano, quindi, capiscono quanto il loro utero deve essere svuotato e vanno in bagno, come se dovessero fare la pipì.

“Non si tratta quindi di “spingere” per eliminare il flusso, ma di prestare attenzione a quando l’utero “propone” il flusso”, spiega Marjorie Cambier “tenendo allenati i muscoli della vagina e del perineo indispensabili per trattenere e rilasciare il flusso”.

Naturalmente bisogna dare al proprio corpo tempo per abituarsi a questo nuovo metodo, e bisogna “imparare a capire quando si deve andare in bagno e soprattutto accettare gli errori dei primi tempi, ovvero le perdite che non si riescono a controllare”.

Per esempio una difficoltà è data dagli starnuti, che “spingono” fuori il flusso. Per abituarsi ci possono volere diversi cicli, ma assicura la dottoressa,

“una volta acquisita la tecnica, non si ha bisogno di preoccuparsi di nulla, poiché il corpo agirà al vostro posto senza che nemmeno ve ne accorgiate. Il ciclo non sarà più un ostacolo per le vostre azioni, per il vostro benessere, per il vostro modo di vestire. Sarete libere”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.