Cellulite, 10 possibili cause

Cellulite come viene, 10 possibili cause

La cellulite è uno degli inestetismi più comuni fra le donne. Che siano magre o in sovrappeso, colpisce più dell’80 per cento di loro. Le fasce di età più colpite sono quelle tra la gravidanza e la menopausa, ma sono soprattutto le ragazze più giovani, quelle tra i 17 e i 25 anni, a rivolgersi agli esperti per combattere questo fastidioso inestetismo.

Molti la conoscono come “pelle a buccia d’arancia“. Concretamente si tratta di una manifestazione cutanea localizzata, soprattutto sulla zona pelvica e addominale, sui fianchi, sui glutei, sulle cosce, che si presenta con micro depressioni della pelle, non raramente associate a piccoli noduli del tessuto grasso sottocutaneo.

Come si legge sul sito dell’Istituto Superiore di Sanità, ci sono diverse cause che possono provocare la cellulite. Ecco quali: disturbi del metabolismo, disordini nutrizionali, specifiche architetture sottocutanee, alterazioni della struttura del tessuto connettivo, fattori ormonali, fattori genetici, disturbi del sistema microcircolatorio, alterazioni nel sistema linfatico, alterazioni nella matrice extracellulare, infiammazioni.

Per combattere la ritenzione idrica il modo migliore è mangiare cibi poco conditi e optare per frutta e verdura. Bisogna fare attività fisica e utilizzare capi comodi e non troppo stretti. C’è poi un’ulteriore azione quotidiana che andrebbe evitata se non si vuole avere la celluliteaccavallare le gambe. Un gesto comune e apparentemente innocuo come l’incrocio delle gambe può essere uno dei più grandi nemici nella lotta contro la buccia d’arancia. Meglio stenderle in avanti e alzarsi il più possibile dalla sedia.

Gli alimenti integrali contengono potassio, che aiuta a ripristinare il corretto equilibrio di liquidi nel corpo. Per questo una dieta a base di verdure è uno dei i modi migliori per combattere i chili in eccesso. Inoltre, svolgere attività fisica può favorire una minore ritenzione idrica, dal momento che la sudorazione permette di espellere acqua, glicogeno e sodio.

Potrebbero interessarti anche...