Dieta contro Alzheimer, i cibi per prevenirlo

Dieta contro Alzheimer, i cibi per prevenirlo

ROMA – Una dieta mirata e corretta rappresenta il nostro migliore alleato per la prevenzione dell’Alzheimer. Si tratta di una delle malattie neuro degenerative che più spaventano. Fortunatamente, la ricerca sta facendo enormi passi avanti per cercare di contrastare questa malattia. Tuttavia, non si è ancora in grado con la medicina di ripristinare le funzionalità del cervello ma grandi successi sono stati ottenuti in merito all’attenuazione e all’avanzamento degenerativo, oltre che sull’insorgenza della malattia.

A tal proposito, un recente studio ha dimostrato che l’alimentazione gioca un ruolo chiave sulla prevenzione dell’Alzheimer. Nello specifico, gli studi hanno infatti evidenziato un legame tra una dieta ricca di acidi grassi saturi o idrogenati e colesterolo, e la degenerazione precoce e progressiva.

Cosa dobbiamo mangiare allora per prevenire il colesterolo e, di conseguenza, il rischio di ammalarsi di Alzheimer? Innanzitutto bisogna privilegiare una dieta ricca di fibre (cereali integrali, frutta fresca, legumi, ortaggi), antiossidanti (vitamine C ed E, beta-carotene, selenio, zinco, polifenoli), e acidi grassi polinsaturi (omega-3, omega-6 e omega-9).

Proprio gli omega3 sembrano avere un ruolo chiave grazie all’alto contenuto di acidi grassi polinsaturi, capaci di ridurre il contenuto nel sangue della beta-amiloide, ovvero una proteina che diversi studi hanno associato ai problemi di memoria e all’insorgenza dell’Alzheimer.

Nello specifico, uno studio condotto dalla Columbia University di New York e pubblicato sulla rivista Neurology, ha dimostrato che consumare abitualmente alimenti ricchi di omega-3 porta a livelli di beta-amiloide più bassi. Lo studio ha coinvolto 1219 over 65 senza problemi cognitivi, facendo loro compilare un dettagliato questionario in merito alle abitudini alimentari. Un anno e mezzo dopo, sottoposti ad un prelievo del sangue che ha misurato il livello della proteina beta-amiloide, hanno permesso di arrivare proprio alla conclusione che un maggior consumo di cibi ricchi di omega-3 portava a livelli di beta-amiloide più bassi. Gli alimenti risultati essere più efficaci nella prevenzione dell’Alzheimer sono stati l’insalata, il pesce, la frutta, la carne di pollo e la margarina.

Tra le diete, quella mediterranea è risultata essere tra le più efficaci per prevenire le turbe cognitive leggere che spesso anticipano l’Alzheimer.

Potrebbero interessarti anche...