Alte dosi di vitamina C frenano i tumori e aiutano la chemioterapia

Alte dosi di vitamina C frenano i tumori e aiutano la chemioterapia

7 Febbraio 2014 - di Mari

WASHINGTON – Dosi molto alte di vitamina C aiutano a contrastare l’insorgere dei tumori: un nuovo studio condotto negli Stati Uniti ha osservato un rafforzato effetto della chemioterapia in cellule cancerose ed in topi da laboratorio trattati con mega dosi della vitamina.



I ricercatori della University of Kansas Medical Center hanno riconosciuto che dagli anni ’70 ad oggi c’è stata una forte prevenzione verso le possibilità della vitamina C come anticancerogeno. Ma i nuovi esperimenti, il cui rapporto è pubblicato sul ‘Journal Science Translational Medicine, hanno rivelato gli effetti della vitamina C su varie cellule cancerose e su tumori ovarici nei topi.

Quando alte concentrazioni della vitamina sono penetrate nello spazio tra le cellule si è formato del perossido di idrogeno. La sostanza ha quindi ‘attaccato’ le cellule tumorali, danneggiando il loro Dna, stressandone il metabolismo e inibendone la crescita. Ciò ha in sequenza mostrato di migliorare l’efficacia degli agenti chemioterapici, standard a base di carboplatin e paclitaxel. Inoltre sorprendentemente il perossido di idrogeno non ha danneggiato le cellule sane.