Categorie
Salute

Adolescenti attaccati a Facebook & co.: rischio depressione

LONDRA – Ragazzi e ragazzini sempre attaccati ad internet, tra facebook e twitter, instagram e pinterest. E non è solo uno svago: a volte diventa dipendenza, a volte fa venire la depressione. A lanciare l’allarme è uno studio dell’Università di Glasgow, in Gran Bretagna, secondo cui passare troppo tempo sui social network aumenta il rischio di disturbi del sonno, ansia e persino depressione.

Si calcola che nove adolescenti su dieci siano presenti sui social network, soprattutto su facebook. E quelli di loro che restano attaccati ai social dal pc, dall’iPad o dal telefonino fino a tarda notte hanno più probabilità di sviluppare problemi emotivi, dicono gli esperti. Problemi che potrebbero durare fino all’età adulta.

L’adolescenza, infatti, è uno dei periodi di maggiore vulnerabilità per la depressione e l’ansia, e la scarsa qualità del sonno può contribuire a causarla. La sensazione di dover essere sempre connessi riduce la qualità del sonno del 13,5 per cento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.