curiosità

Sibilla Iacopini, blogger vegana da 9 anni dice basta: “Torno a mangiare carne, ecco perchè”

Sibilla Iacopini, blogger vegana da 9 anni dice basta: "Torno a mangiare carne, ecco perchè"

ROMA – Dopo 9 anni passati a mangiare frutta e verdura, Sibilla Iacopini, nota blogger vegetariana, ha detto basta: “Ricomincio a mangiare la carne“. Su GenerazioneBio Sibilla racconta il suo cambiamento: “Ho iniziato a cambiare la mia alimentazione circa nove anni fa, quando sono diventata vegetariana prima e poi, gradatamente, vegana. L’ho fatto per tanti motivi, etici innanzitutto, avendo letto e compreso dell’impatto che lo stile di alimentazione vigente ha sul pianeta, le persone e gli animali; poi salutistici e infine psicologici, per il senso di controllo sulla mia vita che ricavavo dall’attenermi scrupolosamente a una regola. Ciononostante, non mi sono mai sentita veramente parte di un gruppo, perché non mi riconoscevo nello spirito battagliero che normalmente viene associato a una persona vegana. Quel mix di superiorità morale, indignazione e condanna che senza parole, o con molte parole, dice: tu sei sbagliato”.

Non solo la dieta vegana. Esistono al mondo mode alimentari ancora più estreme, come quella degli ehretisti, che utilizzano il criterio della formazione di muco come fonte di tutti i mali e per evitarlo eliminano tutti i cibi che lo producono, compresi i cereali. Oppure i crudisti che non cuociono nulla e si assicurano un apporto vitaminico maggiore

“Per la prima volta mi sono aperta alla domanda se tutta questa faccenda del veganesimo fosse leggera o pesante per me, e la risposta, forte e chiara, è stata: pesante. Avevo imposto al mio corpo quella scelta senza mai ascoltarlo. Tutto questo conflitto e giudizio può salvare davvero il nostro amato pianeta e gli animali sfruttati? Come possiamo cambiare e contribuire a cambiare il mondo, se non siamo disponibili a dare a noi stessi ciò di cui abbiamo bisogno?”.

 

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.