Categorie
curiosità

Iran: dopo le Barbie vietati anche i pupazzi dei Simpson, ok a Superman

Teheran (Iran) – Dopo le Barbie l'Iran dichiara guerra anche ai pupazzi dei Simpson, inserendoli nella lista dei giocattoli vietati. È quanto riferisce il quotidiano iraniano indipendente Shargh, precisando che il provvedimento rientra nelle iniziative dell'Istituto per lo sviluppo intellettuale dei bambini e dei giovani per bloccare la diffusione della cultura occidentale. Non sono stati vietati, invece, Superman e Spiderman, perché aiuterebbero "gli oppressi".

Il giornale cita come fonte Mohammad Hossein Farjoo, dell'istituto, ma non spiega perché i pupazzi dei Simpson siano stati inseriti nella lista nera. In Iran sono vietate tutte le bambole in cui sono distinguibili i genitali o che ritraggono adulti. Non sono autorizzati neanche i giochi parlanti in cui si sentono voci di cantanti occidentali, né le cucine giocattolo che includono bicchieri in miniatura per gli alcolici. A gennaio la polizia aveva fatto sapere di aver chiuso decine di negozi di giocattoli con l'accusa di vendere Barbie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.