Come pulire e ridare brillantezza all’argenteria

ROMA – Se notate che l’argenteria esposta, le posate d’argento o i gioielli sono diventati scuri, opachi e hanno perso quella bellezza originale che li caratterizzava quando li avete comprati, seguite questa guida e riavrete la vostra argenteria come nuova.

Per pulire l’argenteria sia piccola che grande, in commercio esistono numerosi prodotti molto efficaci, ma anche molto costosi e inquinanti per l’ambiente. Un modo semplice, ma nello stesso tempo efficace ed economico per rimettere a nuovo la vostra argenteria è quello di utilizzare i prodotti naturali che si hanno a disposizione in casa. L’importante, inoltre, non è solamente pulire l’argenteria, ma anche saperla conservare ed evitare che si ossidi nuovamente.

Per quanto riguarda piccoli oggetti di argento come soprammobili, cornici, posate o gioielli, munitevi di teglie in alluminio usa e getta, cospargeteli con una miscela di sale fino e bicarbonato (un cucchiaio dell’uno e dell’altro per ogni litro di acqua) poi adagiatevi sopra la vostra argenteria e riempitela di acqua molto calda, ricoprendo il tutto.

Lasciateli in ammollo per un’oretta o più a secondo del colorito scuro dell’ argenteria. Fatto ciò, passateli sotto l’acqua tiepida ed asciugate bene con un panno morbido, di microfibra.

Se dovete pulire vassoi grandi ricoprite con fogli di alluminio delle bacinelle o la vasca da bagno, cospargete sempre con sale e bicarbonato, riponetevi l’argenteria e riempite di acqua calda.

Se vedete che sono rimaste ancora parti scure, cospargete su del sale e sfregate con del limone o usate un vecchio spazzolino e spazzolatele con il dentifricio e bicarbonato. Risciacquate con dell’acqua tiepida e asciugate bene.

Potrebbero interessarti anche...