La Lila scrive a Beppe Grillo: "L'Aids non è una bufala"

La Lila scrive a Beppe Grillo: "L'Aids non è una bufala"

Roma – La Lega italiana per la lotta contro l'Aids (Lila) ha scritto una lunga lettera a Beppe Grillo con la quale gli chiede "una chiara, aggiornata e seria presa di posizione sul tema Hiv/Aids, dato che il suo nome viene molto sbandierato, grazie a un suo spettacolo di qualche anno fa, in innumerevoli mail che riceviamo e post che affollano siti e social network nostri e altrui, compreso il suo blog". "In un suo spettacolo risalente al 1998 – scrive la Lila attraverso la sua presidente, Alessandra Cerioli – lei ha affrontato il tema dell'Aids, definendolo senza mezzi termini 'la più grande bufala di questo secolo', negando il legame tra Hiv e Aids, ovvero negando che sia un virus trasmissibile che danneggia il sistema immunitario favorendo l'insorgere di patologie opportunistiche che possono portare alla morte. L'estratto è reperibile in versioni diverse, per esempio su YouTube". Lo spettacolo in questione era 'Apocalisse morbida', trattava di temi medico scientifici "e puntava il dito – scrive ancora la Lila – contro le case farmaceutiche e in generale il business della salute globale".

Potrebbero interessarti anche...