Dieta delle tre ore: mangiare a intervalli regolari di tempo per dimagrire

ROMA – Una dieta basata sul mangiare ad orari specifici e ad una distanza precisa tra un pasto e l’altro: tre ore. La “dieta delle tre ore” si fonda sull’idea che per dimagrire si deve mangiare ad orari specifici della giornata e ad intervalli precisi.

La colazione deve essere un’ora dopo essersi alzati e dopo la colazione bisogna mangiare ogni tre ore e bisogna smettere di mangiare tre ore prima di andare a dormire, quindi se si va a dormire alle 23, si deve finire di mangiare alle 20.

L’idea della dieta delle tre ore è che non ci siano cibi cattivi ma solo cattive porzioni: se si bilanciano i pasti in modo da consumare circa 400 calorie per ciascuno, oltre a due merende da 100 calorie ciascuna, si dimagrisce. A patto che si mangi all’ora giusta.

Mangiare ogni tre ore inoltre, secondo gli ideatori della dieta, equivale ad un allenamento per l’organismo ogni volta che si mangia. La  riduzione di peso attesa è di 900 grammi a settimana, senza  alcuna perdita di muscoli perchè mangiando ogni tre ore è come se si  resettasse il metabolismo continuamente e quindi si brucia grasso  costantemente.

Potrebbero interessarti anche...