Categorie
Salute

GB, provvedimenti per la chirurgia estetica. I cittadini: “regole più rigide”

GB – A seguito dello scandalo delle protesi pip per il seno, probabilmente create con un gel di silicone difettoso, il governo inglese ha preso in considerazione seri provvedimenti per gli studi e le società di chirurgia plastica: lo stop a consulenze mediche gratuite che facciano sentire i pazienti obbligati a comprare il trattamento, e no […]

Categorie
Salute

Protesi Pip: espiantate su più di 13.500 donne. 3.188 impianti rotti

ROMA – È ormai passato quasi un anno dallo scandalo sulla pericolosità delle protesi Pip (in quanto probabilmente create con un gel di silicone difettoso) e ad oggi più di 13.500 donne hanno beneficiato in Francia di un espianto. Lo ha riferito l’Agenzia francese per i prodotti sanitari a seguito di un bilancio registrato alla fine di settembre […]

Categorie
Salute

Protesi: sì al DDL che vieta i ritocchi ai minorenni

ROMA – A pochi mesi di distanza dallo scoppio dell’allarme delle protesi Pip, riempite con silicone industriale e non sanitario in circa 4.000 pazienti italiane e ad alto rischio di rottura, è arrivato il via libera all’unanimità in sede deliberante alla Commissione Affari sociali della Camera al disegno di legge che istituisce il registro nazionale […]

Categorie
attualità

Malasanità: donna morta a Napoli dopo 6 ore in barella

NAPOLI – Claudia D’Aniello è morta dopo un calvario durato 18 ore. La donna ha trascorso oltre sei ore su una barella del Fatebenefratelli, senza ricevere un’assistenza adeguata, nonostante avesse dolori lancinanti all’addome. Poi, è morta al Pascale, dove è stata trasportata d’urgenza dai suoi familiari. Tutto è iniziato, se così si può dire, nel gennaio […]

Categorie
Salute

Protesi al seno: firmata l'ordinanza per censirle

ROMA – Il Ministro della Salute Renato Balduzzi ha firmato un'ordinanza per individuare i portatori delle protesi mammarie denominate P.I.P. impiantate nel nostro Paese. L'ordinanza, rende noto il ministero, ''impone a tutte le strutture ospedaliere e ambulatoriali pubbliche e private, accreditate o autorizzate, di redigere entro 15 giorni un elenco nominativo di tutti i casi […]