Schiavone: Sono un diesel, carburo lottando e l'esperienza mi aiuta

Schiavone: Sono un diesel, carburo lottando e l'esperienza mi aiuta

Roma – "Sono contentissima. E' stato difficile, all'inizio pensavo di essere un pochino più sciolta rispetto a lei, che è più giovane, invece è stato il contrario. Poi ho utilizzato l'esperienza, mi sono messa a lottare. Sono un po' un diesel". Commenta così, Francesca Schiavone, il suo successo ai quarti del Roland Garros contro la 19enne russa Anastasia Pavlyuchenkova, uscendo dal silenzio annunciato per la giornata di oggi, ai microfoni di Radio2.

In collegamento telefonico da Parigi con la sala B del centro Rai di via Asiago, la Schiavone saluta il pubblico di Radio2 SuperMax, la trasmissione di Max Giusti, grande appassionato di tennis e proprietario del circolo romano dove l'atleta più volte si è allenata.

Potrebbero interessarti anche...