Categorie
Salute

Tumori a testa e collo, il caffè ha un ruolo protettivo

Il caffé potrebbe avere un ruolo protettivo nei confronti del cancro e in particolare dei tumori di testa e collo. Lo afferma l’Istituto Mario Negri di Milano, citando i risultati di uno studio condotto dai suoi ricercatori guidati da Carlotta Galeone, pubblicato su Cancer Epidemiology, Biomarkers & Prevention, rivista dell’ Associazione Americana per la Ricerca sul Cancro (AACR).

“Finora, i dati riguardanti gli effetti del caffé sui tumori del cavo orale e della faringe – afferma una nota del Mario Negri – sono stati discordanti. Tuttavia, i risultati di un recente studio forniscono ulteriori evidenze a supporto dell’ipotesi sul ruolo protettivo del caffé”. Il lavoro dei ricercatori dell’Istituto milanese è consistito nel mettere insieme, con una analisi combinata, i risultati di 9 studi considerati dal Consorzio International Head and Neck Cancer Epidemiology (INHANCE), ed è emerso che “i soggetti che consumavano 4 o più tazze di caffé al giorno avevano un rischio di tumore del cavo orale e della faringe inferiore del 39% rispetto ai non bevitori di caffé”.

“Un risultato importante – secondo Alessandra Tavani, altra ricercatrice del Mario Negri – perché analizzare insieme più studi permette di raggiungere una elevata numerosità del campione con conseguente maggiore forza statistica. Ciò ha permesso di evidenziare associazioni tra tumore e caffé che i singoli studi non erano in grado di mostrare”. Considerando che il caffé è la bevanda più consumata in Italia (seconda nel mondo solo al té) e che il tumore di cavo orale e faringe è frequente e con prognosi spesso sfavorevole, “i nostri risultati – continua Tavani – hanno importanti ricadute sulla salute pubblica”. Una nota di prudenza viene dal professor Carlo La Vecchia (Università di Milano), capo del Dipartimento di Epidemiologia dell’ Istituto: “E’ possibile che lesioni precancerose del cavo orale portino a una diminuzione del consumo di caffé. Occorre quindi essere cauti nell’interpretare questi risultati”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.