Categorie
Salute

Terremoto L'Aquila, dopo il sisma sono aumentate le patologie della tiroide

Le patologie della tiroide sono in aumento per lo stress dovuto al sisma del 6 aprile 2009. E’ una tendenza che emerge dall’attività dell’Unità Operativa Complessa di Endocrinologia dell’ospedale S. Salvatore di L’Aquila, diretta dal dottor Giuliano Mariani.

Attualmente – secondo una nota della Asl dell’Aquila – non è possibile quantificare con precisione l’incremento della malattia da stress, che produce un’eccessiva stimolazione della ghiandola tiroidea (ipertiroidismo), ma l’aumento di questo tipo di patologia è certo. E quindi parte la prevenzione: boom di richieste di controlli. 27 visite in poche ore: tante le visite effettuate sabato scorso, 17 aprile, dalle ore 9 alle 14, negli ambulatori di Endocrinologia, in occasione della giornata nazionale della prevenzione della tiroide.

L’iniziativa è stata promossa e organizzata dalle principali associazioni dei pazienti, con il patrocinio dell’Associazione Italiana della Tiroide (Ait), dell’Associazione Medici Endocrinologi e della Società Italiana di Prevenzione per l’ Endocrinologia. La giornata della prevenzione, a cui per prima volta quest’anno ha aderito l’ospedale di L’Aquila, ha riscosso notevole successo: «Se la maggior parte delle persone visitate – dice Mariani – sapendo di avere patologie alla tiroide, si è sottoposta a semplici accertamenti di controllo, in un alcuni soggetti abbiamo riscontrato casi piuttosto gravi».

Nel territorio aquilano, secondo i dati di Endocrinologia, il 40% della popolazione soffre di problemi alla tiroide. Un dato che superiore a quello nazionale, dovuto al fatto che il territorio aquilano, essendo zona di montagna, è carente di iodio».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.