Salute

Sempre più bambini soffrono di allergie, in prevalenza di quelle alimentari

Il 6-8% dei bambini tra i 12/14 anni (dato mondiale concernente i paesi industrializzati) soffre di allergia alimentare nei primi tre anni di vita. La prevalenza di questa patologia tende a decrescere con l’eta’, e in particolare l’80% dei bambini allergici al latte vaccino, una delle piu’ comuni allergie alimentari, tollerano tale alimento entro il quinto anno di vita.

Ancora oggi il trattamento standard dell’allergia alimentare e’ rappresentato dalla dieta d’esclusione, nonostante nuovi approcci terapeutici e/o farmacologici siano in fase di sperimentazione. Tra questi, la desensibilizzazione orale sembra essere una procedura molto promettente da utilizzare in casi particolari, sottolineano Alberto Ugazio, presidente della Sip, ed Elio Novembre, Responsabile della struttura di Allergologia Pediatrica al Meyer di Firenze.

La desensibilizzazione orale ad alimenti consiste nella lenta e graduale somministrazione di quantita’ progressivamente crescenti dell’alimento in causa in soggetti con storia di reazioni immediate gravi di tipo allergico confermate dalla valutazione allergologica.

Lo scopo e’ quello di far si’ che l’organismo ”tolleri” poco alla volta l’alimento a cui e’ allergico. La desensibilizzazione viene iniziata in ambiente ospedaliero, in regime di ricovero o Day Hospital. In alcune fasi la desensibilizzazione viene svolta anche a casa con dosaggi dell’alimento precisi forniti dal medico.

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.