Categorie
Salute

SALUTE: DIABETE, IN ALCUNE REGIONI ANCHE LA PALESTRA GRATIS

Per le cure ai pazienti diabetici l’Italia è una giungla di regole, dove se si è fortunati come in Piemonte o Toscana si ha la palestra gratis, ma in altre regioni non sono riconosciuti i servizi essenziali. E’ quanto emerge dal primo Rapporto Nazionale sulla legislazione presentato durante il Congresso della Società Italiana di Diabetologia che si chiude oggi a Padova.

La legge di riferimento è la 115 del 1987, che definisce diabete una patologia ‘di alto interesse sociale’. La classifica vede Toscana e Piemonte come le più virtuose, con la prima che é l’unica ad aver previsto la somministrazione dell’insulina ai bambini, seguite da Lombardia, Marche ed Emilia Romagna. A metà la Campania, che ha prodotto atti normativi generici e spesso privi di copertura finanziaria e il Veneto.

Fanalini di coda la Liguria, priva di una legge regionale sul tema al pari della Calabria, la Puglia, con poche righe dedicate nel Piano Sanitario Regionale, e la Basilicata, che ha colmato solo due mesi fa la propria lacuna normativa con oltre venti anni di ritardo dalla legge 115.

“Una disparità legislativa si traduce in una disparità assistenziale- osserva Gabriele Riccardi, presidente SID – chi vive in una delle Regioni che non hanno una normativa precisa rischia di non accedere al miglior trattamento possibile o di dover pagare per prestazioni che altrove vengono rimborsate”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.