Categorie
Salute

Bagni di luce contro la depressione autunnale

Stanchezza, sonno e apatia. Sono alcuni sintomi che possono comparire con l’arrivo della stagione autunnale e, se slegati da altri fattori di stress, potrebbero essere ricondotti al cosiddetto ‘seasonal affective disorder’ (SAD), vale a dire la depressione stagionale che compare quando diminuisce il numero delle ore di luce in una giornata, quindi con l’arrivo della stagione fredda. Secondo la ricerca di un gruppo di studiosi dell’universita’ del Vermont, questo disturbo, inserito nel manuale americano DSM IV (Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders) tra i disturbi dell’umore, puo’ essere curato con la terapia della luce. E’ un trattamento che consiste nell’esporre i pazienti ad una luce artificiale, quanto piu’ possibile somigliante a quella solare, per un intervallo di tempo ogni giorno. Kelly Rohan, coordinatrice della ricerca e colleghi hanno preso in esame 69 persone affette dal ‘seasonal affective disorder’ dividendole in quattro gruppi, ognuno dei quali e’ stato sottoposto ad un diverso trattamento: uno ha seguito la terapia cognitivo-comportamentale, un altro la terapia della luce e un altro ancora una metodologia basata sulla combinazione dei due sistemi. Infine, il quarto gruppo non ha seguito alcun trattamento, fungendo cosi’ da gruppo di controllo. A distanza di un anno, i ricercatori hanno rilevato che i sintomi della leggera depressione erano migliorati soprattutto in coloro che avevano seguito la terapia cognitivo-comportamentale combinata con la terapia della luce, messa in atto grazie all’utilizzo di particolari lampade (da 10mila lux). Secondo gli esperti, la depressione stagionale e’ piu’ frequente nelle persone con disturbo bipolare e nelle giovani donne piuttosto che negli uomini. Un momento cruciale per la comparsa di questo disturbo potrebbe essere lo spostamente dall’ora legale all’ora solare, quando le lancette dell’orologio tornano indietro di sessanta minuti e si ‘accorciano’ le ore di luce in una giornata. Quest’anno, lo spostamento ci sara’ nella notte tra il 30 e il 31 ottobre e durera’ fino al 27 marzo prossimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.