Perdere peso si può, con la dieta del Dna

Perdere peso si può, con la dieta del Dna

Le persone che seguono una dieta corrispondente al loro genotipo perdono più peso rispetto a quelle che seguono una dieta inadeguata. A dirlo sono stati i risultati di uno studio presentato mercoledì scorso, nel corso del convegno annuale dell’American Heart Association, che ha avuto luogo dal 2-5 marzo a San Francisco, in California.

I ricercatori della Stanford University, Usa, hanno detto che per 149 dollari si può fare un test del Dna per individuare a quale genotipo si appartiene e di conseguenza stabilire la dieta più adatta. Il profilo genetico viene fatto tramite il “Weight management genetic test” che identifica tre varianti dei geni Fabp2, Pparg e Adrb2, a cui corrispondono tre diversi tipi di dieta: con pochi carboidrati, pochi grassi o bilanciata (con pochi grassi e pochi carboidrati).

La ricerca, condotta su 141 donne di mezza età e in sovrappeso, ha mostrato che con una dieta adatta al proprio genotipo le donne dimagrivano il doppio e in certi casi addirittura il triplo, rispetto a chi seguiva una dieta non attinente al suo profilo genetico. «Utilizzare le informazioni genetiche aiuta a perdere peso senza dover ricorrere ai farmaci», ha detto Christopher Gardner, ricercatore della Stanford University.

Potrebbero interessarti anche...