Il partner russa? Perdita di un’ora e mezzo di sonno per notte

Il partner russa?  Perdita di un’ora e mezzo di sonno per notte

Secondo uno studio condotto dalla British Lung Foundation , un ente di beneficenza britannico dedicato alla promozione della salute del polmone e al supporto delle persone colpite da malattie polmonari, il 39% degli adulti quando dorme insieme ad un partner che russa, perde  in media un’ora e mezzo per notte, che fa un  totale di 574 ore e quasi 23 giorni all’anno.

Una persona di mezza età su due russa, ma, se si parla di maschi, quelli che russano sono due volte o anche tre volte più numerosi delle femmine.

Sarebbero però le donne a subire maggiormente il disagio. Il giornale tedesco Bild infatti, riporta la ricerca britannica riferita dal Daily Mail che avrebbe dimostrato che circa un quarto degli uomini,  cioè il 24 per cento, viene tenuto sveglio dal russare della compagna, mentre le donne che si lamentano regolarmente del loro compagno che russa sono il 41 per cento.

La privazione costante del sonno a causa dei forti rumori emessi dal partner durante il sonno non solo può provocare irritabilità, ma anche mancanza di concentrazione durante la giornata. Più di un terzo delle persone che si ritrovano a subire le conseguenze del russare del partner abbandona regolarmente la camera da letto per andare a dormire in un altro posto della casa ed una coppia su nove dorme separatamente. Non c’è da sorprendersi se si pensa che il suono emesso da chi russa  può  raggiungere anche i 90 decibel: come sentire un tir che passa vicino al letto.

Oltre ad essere un fattore che disturba il sonno della coppia, il russare è un sintomo che, come avvertono gli esperti, potrebbe essere causato da apnea nel sonno, una interruzione della respirazione mentre si dorme, che colpisce il quattro per cento degli uomini ed il due per cento delle donne di mezza età. Quando questo tipo di patologia viene riscontrata, i pazienti vengono dotati di un respiratore, simile ad una maschera per l’ossigeno, che assicura che le vie aeree rimangono aperte.

I motivi per cui si russa possono essere i più disparati: un problema anatomico, come tonsille ingrossate, un palato troppo molle, una mandibola troppo piccola, il sovrappeso, un eccessivo consumo di alcool oppure una determinata posizione assunta durante il sonno.

Potrebbero interessarti anche...