Ortodonzia e Osteopatia: un approccio integrato alla malocclusione dentale

Ortodonzia e Osteopatia: un approccio integrato alla malocclusione dentale

Molti bambini in età scolare presentano al contempo una malocclusione dentale e problemi posturali come scoliosi, cifosi, piedi piatti.

Queste problematiche sono spesso correlate in quanto il corpo assume una forma in base alle funzioni motorie. Ad esempio le ossa mascellari si conformano per l’ azione dei muscoli masticatori, l’ arco plantare e’  influenzato dall’ azione sinegica dei muscoli estensori, flessori, pronatori e supinatori degli arti inferiori.

Uno squilibrio funzionale protratto nel tempo porta il corpo ad adattare la propria forma per ottenere un maggiore comfort.

Quando viene diagnosticata un’asimmetria scheletrica occorre innanzi tutto ripristinare l’ equilibrio funzionale attraverso la riprogrammazione della muscolatura. La morfologia cambierà di conseguenza, soprattutto nei pazienti più giovani.

Nei pazienti più  grandi si rende necessario l’ utilizzo di apparecchi ortodontici correttivi, accompagnati da un lavoro funzionale.

L’ osteopata svolge un lavoro sul sistema muscolo scheletrico e circolatorio, volto alla riduzione delle tensioni e al miglioramento del metabolismo cellulare.

Nella nostra attività clinica i pazienti vengono seguiti “da capo a piedi” . La visita ortodontica viene in ogni caso completata con una valutazione posturale e funzionale, e il piano terapeutico è studiato individualmente a seconda delle necessità.

Dott. Gaia Brandi-Odontoiatra-Ortodonzia bambini e adulti

Dott. Vera Parodi- Odontoiatra e Osteopata

Potrebbero interessarti anche...