Quali oli posso usare oltre all’olio extravergine di oliva?

Quali oli posso usare oltre all’olio extravergine di oliva?

Quale olio scegliere oltre a quello di oliva?

L ’olio di nocciole è ricco di minerali e grassi essenziali e lo possiamo usare sia per le ciambelle e cialde che per le torte fatte in casa.

L’olio di sesamo è ricco di lecitina e questa caratteristica lo rende particolarmente indicato per chi soffre di depressione e ansia, in cucina si può usare per i fritti, maionese e salse per condire la pasta.

L’olio di noci è ricco di acidi grassi ( gli stessi che sono contenuti nel pesce), si possono condire le insalate e in tutti i piatti a base di verdura.

L’olio di semi di zucca e particolarmente indicato, invece, per chi ha problemi cardiovascolari e di digestione, si può usare su tutte le verdure cotte e su tutti i tipi di pasta.

Dobbiamo mangiare di più gli oli Monoinsaturi e Polinsaturi.

Si trovano nell’olio di oliva, di vinacciolo, di girasole, di nocciole, di sesamo e di semi di zucca, poi nelle nocciole, noci, olive, mandorle, avocado, anacardi, noci americane, pisctacchi, pinoli, semi di sesamo, noci brasiliane e nel pesce tipo lo sgombro, salmone, tonno, sardine e aringhe.

Invece sono da evitare, o quantomeno, limitarne l’uso i grassi saturi quali la panna, formaggio, lardo, strutto, carni grasse e margarina solida.

Potrebbero interessarti anche...