Salute

Nasce la "Fondazione Bene" per la ricerca sulle malattie rare

Una fondazione per promuovere la ricerca in quegli ambiti che poco interessano le grandi case farmaceutiche e che sono i primi su cui si scaricano i tagli. E' 'La fondazione il bene' a beneficio di persone affette da malattie neurologiche rare e neuroimmuni che è stata presentata a Bologna. Ambizioso l'obiettivo: diventare un punto di riferimento nazionale per la ricerca l'assi – Una fondazione per promuovere la ricerca in quegli ambiti che poco interessano le grandi case farmaceutiche e che sono i primi su cui si scaricano i tagli. E' 'La fondazione il bene' a beneficio di persone affette da malattie neurologiche rare e neuroimmuni che è stata presentata a Bologna. Ambizioso l'obiettivo: diventare un punto di riferimento nazionale per la ricerca, l'assistenza e la cura su queste patologie. Naturale prosecuzione del lavoro svolto da Fabrizio Salvi e dal suo team, responsabile del Centro il Bene presso l'ospedale Bellaria.

''I tagli alla ricerca – ha detto Salvi – si scaricano sempre sulle malattie rare e in particolare neuroimmuni. Con questa fondazione formeremo un cenacolo di ricercatori che appartengono a varie discipline che lavoreranno insieme. Ogni associazione dei malati si relazionera' alla Fondazione attraverso un responsabile scientifico''.

A garantire la trasparenza nella gestione dei fondi, ci penserà il magistrato Francesco Rosetti, scelto come presidente. Mentre una maggiore visibilità è
affidata alla giornalista Ilaria D'Amico che ha invitato a non cedere ''all'idea del privato, non possibile a tutti''.

Il sostegno economico invece (si parte con duecentomila euro, ma l'obiettivo è quello di raccogliere fondi per un milione) sarà garantito dall'impegno di importanti imprenditori e aziende come Guidalberto Guidi (Ducati energia), Gvs, Marchesini group, Fava e Geox. ''Abbiamo l'obbligo di partecipare a queste
iniziative. – ha spiegato Guidi – Mettere a disposizione della società le ricchezze che creiamo e' un dovere per un imprenditore''.

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.