Categorie
Salute

Napoli: i rifiuti mettono a rischio il latte materno

I cumuli di spazzatura non fanno piu’ da corollario, come nelle settimane scorse, ma l’emergenza rifiuti resta, con il suo bagaglio di conseguenze per l’inquinamento ambientale. Oggi, in piazza S. Pasquale a Napoli, e’ andato in scena ”L’ArteRifiuta”, kermesse dell’Artivismo Civicratico e del Gruppo Lex-Icon, organizzata, fanno sapere gli organizzatori, per denunciare attraverso opere artistiche lo stato di disastro ambientale provocato dalle innumerevoli tonnellate di rifiuti che per tantissimi anni hanno riempito le strade di Napoli, Caserta e delle rispettive province.

In mostra performance e installazioni artistiche di venti artisti che, sotto lo sguardo incuriosito dei passanti, hanno illustrato lo scempio con radiografie che disegnano un gigantesco apparato respiratorio con visibili tracce tumorali, dirette conseguenze dello scempio ambientale.

Gli artisti hanno voluto cosi’ sottolineare come l’attuale situazione puo’ e potra’ provocare un pericoloso problema di salute, in primis l’avvelenamento del latte materno. ”L’installazione ‘Latte nero’ – dice Antonello Picciano, coordinatore del movimento Artivismo Civicratico – punta proprio sulla purezza del latte materno, che unico nutrimento per il neonato viene trasformato, a causa dei rifiuti, in liquame tossico che avvelena e distrugge il nostro futuro”.

L’artista partenopeo, affiancato da altri dieci artisti, ha sottolineato, in questa nuova sfida, il suo impegno per portare avanti battaglie artistiche la difesa dei diritti del cittadino. ”La purificazione delle energie negative per una rinascita del nostro grande Sud – ha aggiunto Giovanbattista De Angelis, coordinatore del Lex-Icon – e’ il tema che il nostro gruppo porta avanti gia’ da tre anni con la performance ‘Homo Campanus Infelix in Campania Felix/Biological Milk’, dedicata al problema ambientale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.