Libri, cinema, mostre: la cultura fa bene alla salute

Cultura come cibo, non solo per la mente: gli stimoli intellettuali proteggono anche da alcune malattie degenerative e da ansia e depressione.  La soddisfazione che si ha quando si imparano cose nuove, si leggono libri, si va a vedere delle mostre o anche solo al cinema fornisce nuovi stimoli al cervello.

A confermare le conseguenze benefiche sulla salute delle attività culturali è una ricerca promossa dalla Fondazione Bracco con il patrocinio dell’Università Iulm di Milano e condotta dall’Istituto Doxa. In base ai dati raccolti prendendo in esame l’impatto procurato sulle persone dalle attività culturali e di svago è risultato che dedicarsi a qualcosa di stampo culturale va ad attivare delle aree del cervello in grado di influenzare in modo positivo la salute psico-fisica.

Così, oltre al momento di svago e di evasione dalla routine, la cultura fa anche stare meglio, soprattutto nei casi di persone in grado di gestire al meglio il proprio tempo e ad investire molto sul fronte artistico e culturale.

 

 

Potrebbero interessarti anche...