Categorie
Salute

Sono sempre di meno gli italiani che ricorrono alla dieta mediterranea

E’ sempre meno ‘mediterranea’ la dieta degli italiani che, col cibo, assumono in media il 30% di grassi saturi in piu’ di quanto dovrebbero. Lo denuncia l’Osservatorio nutrizionale Grana Padano, esortando alla moderazione in vista dei tradizionali ‘cenoni’ delle feste di Natale e fine d’anno. La prudenza e’ in particolare suggerita agli uomini che, secondo l’Osservatorio, assumono piu’ colesterolo e piu’ grassi saturi delle donne. Essi introducono, infatti, 350 milligrammi di colesterolo in media al giorno, quando si consiglia di non superare i 250 mg, quantita’ rispettata invece dalle donne; e 35 grammi di grassi saturi, rispetto ai 27 delle donne. Gli uomini consumano poi salumi 5 volte alla settimana invece delle 3 volte a settimana suggerite dalle corrette indicazioni. E’ pero’ impensabile che gli italiani rinuncino ai cenoni delle feste natalizie, anche se e’ possibile ”limitare i danni riducendo l’uso di grassi in cucina e seguendo un Decalogo dell’ alimentazione responsabile” suggerito dall’Osservatorio. Innanzitutto non far mancare mai in tavola abbondanti caraffe di acqua, naturale o frizzante, limitando il consumo di bibite e bevande alcoliche. Se si deve preparare un soffritto, anziche’ usare burro o olio, meglio far rosolare aglio e cipolla con vino bianco (l’alcool evapora con la cottura) o brodo sgrassato. Preferire le cotture al vapore, alla piastra, alla griglia o al forno, evitando le fritture. Condire con olio extravergine di oliva a crudo dosandolo sempre col cucchiaio. Preferire il pesce alla carne e scegliere ricette che prevedano verdure, alimenti integrali e legumi. Non eccedere con salumi, antipasti elaborati e formaggi grassi. Limitare l’uso del sale, cercando di esaltare il gusto naturale degli alimenti con spezie ed erbe aromatiche. Invece del dolce, proporre colorate macedonie di frutta o sorbetti alla frutta. Non dimenticare di fare attivita’ fisica. Concedersi i cibi ‘proibiti’ solo a Natale e a Capodanno, limitando gli eccessi negli altri giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.