Categorie
Salute

Il 74% delle donne italiane preferisce i contraccettivi naturali

Quando si è chiesto alle donne di descrivere il loro contraccettivo ideale hanno posto sul “podio” la tollerabilità, l’armonia con il corpo e il controllo del ciclo.

bioIl 73,3% delle donne italiane affermano di non vivere in maniera tanto naturale e salutare quanto vorrebbero, mentre la media europea è al 68%.  Le nostre connazionali sono molto attente nei loro acquisti alla scelta di ingredienti e materiali di qualità (83.4%) meglio se non “artificiali” (81%): questi criteri vengono giudicati ben più importanti del costo, nonostante la crisi. Il 75% sarebbe infatti disposta a pagare un prezzo più alto per un prodotto biologico rispetto ad uno “convenzionale” e una su due (48.7%) si definisce una “consumatrice etica”.

Il quadro emerge da un’indagine mondiale condotta dall’agenzia Gfk su oltre 9.600 Donne in 18 paesi, presentata a Torino al congresso nazionale della Federazione italiana di Ginecologia e Ostetricia (Fiog) dedicato al rapporto fra tecnologia ed umanizzazione.

«La tendenza bio è molto evidente anche nelle scelte di salute – spiega Alessandra Graziottin, direttore del centro di ginecologia e sessuologia medica del San Raffaele Resnati di Milano – quando si è chiesto alle donne di descrivere il loro contraccettivo ideale hanno posto sul “podio” la tollerabilità (52.9%), l’armonia con il corpo (47.9%) e il controllo del ciclo (47.3%). Tutte caratteristiche che si ritrovano in Klaira, la prima pillola a base di un ormone naturale, l’estradiolo, disponibile in italia dal settembre scorso. Un prodotto che unisce il basso impatto metabolico ad un ottimale equilibrio ormonale, garanzia di benessere. Il livello costante di estrogeno e progestinico è infatti lo stesso della settimana post-mestruale, quella in cui si è al top della forma e dell’umore”.

Per questo i ginecologi della Società italiana di Ginecologia e Ostetricia (Sigo) hanno realizzato la guida “naturalmente donna” che offre consigli e suggerimenti, a partire dall’analisi dei 4 elementi (acqua, aria, terra, fuoco). Come utilizzare al meglio le risorse, perché scegliere tessuti biologici e prodotti di stagione ci fa star meglio, quanto è importante la luce del sole per il nostro buonumore e la nostra salute.

L’opuscolo, lanciato in occasione dell’incontro di Torino, verrà distribuito attraverso la rete degli specialisti in tutto il territorio nazionale. Le resistenze da vincere non sono poche, anche fra le stesse pazienti: il 32.5% Di chi ha risposto all`indagine non utilizza alcun metodo contraccettivo, solo il 24.2% La pillola. Ma ben il 57.5% L`ha provata in passato e poi abbandonata, contro un 42.5% Che non l`ha mai usata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.