Categorie
Salute

L’idrocolonterapia, la pratica che depura dalle tossine

L’irrigazione del Colon (o idrocolonterapia) per la  depurazione del corpo è una pratica conosciuta ed utilizzata fin dal diciassettesimo secolo. Negli ultimi anni poi, anche per merito delle dichiarazioni di molte Celebrity che hanno confessato di farne un uso regolare per la depurazione del proprio corpo, questa pratica è tornata alla ribalta e sta prendendo sempre più piede. 

Ma di cosa si tratta esattamente?

Acne, mal di testa, affaticamento, nervosismo, addome sporgente, problemi mestruali, gonfiore alle gambe, alito cattivo, freddo ai piedi e alle mani, problemi di circolazione, lingua sporca, colorito giallastro, occhiaie, anemia. Queste sono solo alcune delle affezioni più diffuse, le cui cause sono sempre più spesso collegate con la cattiva igiene dell’intestino.

L’idrocolonterapia è una tecnica che si basa sul principio secondo il quale l’intossicazione del corpo è dovuta all’intestino che non riesce a smaltire le tossine come dovrebbe. Si pratica allora la pulizia del colon: una sorta di lavaggio interno, per via orale e anale, che si basa sostanzialmente nell’emissione di acqua a livello intestinale, utile allo smaltimento dal colon di gas, materia fecale, tossine, muchi. 

La via orale è quella meno invasiva e di solito può essere fatta anche a casa richiedendo poche sedute ambulatoriali. Per questo tipo di pulizia, esistono dei prodotti specifici venduti come integratori dietetici, oppure prodotti erboristici come lo psillio e i semi di lino che sono notoriamente dei lassativi, associati all’assunzione di almeno un litro d’acqua per garantire lo smaltimento delle scorie dall’intestino e quindi la pulizia del colon. Alla base della pulizia del colon c’è quindi la somministrazione di acqua (almeno due litri) a bassa densità, ovvero un tipo di acqua molto leggera che dovrebbe favorire la diuresi ed essere lassativa, per favorire l’eliminazione di tutte le scorie. 

La via anale invece consiste essenzialmente in un bagno interno. La procedura avviene per mezzo di un sondino rettale e comprende una vera e proprio infusione dolce di acqua calda a volte trattata con sostanze come caffeina, ozono o erbe. L’acqua circola in tutto il colon, sciogliendo e rimuovendo i suoi contenuti mentre il paziente si trova sdraiato sul lettino. La temperatura e la pressione dell’acqua vengono costantemente monitorate e regolate durante una serie di riempimenti e svuotamenti per aiutare l’azione peristaltica del colon. Visto che il metodo è applicato in un sistema chiuso, i materiali di scarto sono rimossi senza i fastidi spiacevoli che solitamente accompagnano i clisteri.

Secondo l’idrocolonterapia, l’eliminazione  del materiale intossicante che non riesce ad essere smaltito naturalmente dall’organismo incoraggia la crescita di batteri cosiddetti “buoni” e serve a migliorare la performance del sistema immunitario oltre che a perdere peso. Insomma, questa tecnica sembra che giovi al nostro organismo sotto moltissimi aspetti. È bene però specificare anche che i benefici della pulizia del colon non sono ancora mai stati provati scientificamente e, nella mancanza di prove certe di affidabilità, si può dire solo che il trattamento fornisce dei giovamenti strettamente individuali. Gli aspetti maggiormente riscontrati dopo un corretto ciclo di idrocolonterapia sono quelli di disintossicazione, del miglioramento dei disturbi cutanei, dell’aumento della vitalità e dell’energia ed un generale miglioramento delle funzioni del corpo. Per mantenerne gli effetti benefici è però necessario esaminare la dieta e lo stile di vita, al fine di correggere eventuali abitudini scorrette.

Inoltre, va sottolineato che la pulizia del colon, soprattutto quella per via anale, è una tecnica molto delicata e va assolutamente eseguita in centri specializzati e certificati.

Va inoltre ricordato che alcuni problemi intestinali possono risolversi semplicemente limitando certi eccessi, abituando l’organismo a un consumo giornaliero di fibre e a una certa regolarità, oltre che bevendo la giusta dose di acqua e praticando regolarmente attività fisica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.