Categorie
Salute

Gravidanze “inquinate”. Sostanze tossiche nel corpo di molte gestanti

‘Gravidanze inquinate’ per 99 donne su 100: infatti praticamente nel corpo di tutte le gestanti ci sono tracce di composti chimici potenzialmente nocivi (alcuni addirittura sono banditi). Da uno studio pubblicato sulla rivista Environmental Health Perspectives e’ risultata la presenza di moltissime sostanze come PCB, bifenili policlorurati, (usati in condensatori e trasformatori), pesticidi e molti altri composti sulla cui nocivita’ per la salute umana spesso si e’ dibattuto.

Diretti da Tracey Woodruff dell’universita’ di San Francisco i ricercatori hanno studiato 268 gestanti e ritrovato in sangue e urine tracce di varie sostanze anche in concentrazioni considerate nocive. Qualche esempio? Sono stati ritrovati ritardanti di fiamma come l’Etere Polibrominato Bifenile (banditi in molti paesi), DDT (anch’esso vietato ormai da anni), e poi ancora il bisfenolo A (BPA) contenuto in molti contenitori per cibo. Molte di queste sostanze e’ dimostrato che riescano ad arrivare al feto tramite la placenta e diversi studi hanno associato l’esposizione a tali sostanze a danni per la salute umana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.