Categorie
Salute

A partire da giugno stop alla vendita dei biberon al bisfenolo

Da oggi scatta il divieto di produzione di biberon contenenti bisfenolo. Dal primo marzo entra, infatti, in vigore lo stop nell’Unione europea ai biberon con bisfenolo A (Bpa). A ricodarlo ci pensa Eva Alessi, responsabile sostenibilita’ del Wwf Italia. Per il divieto di commercializzazione e importazione di biberon contenenti Bpa bisognera’ aspettare il primo giugno, secondo quanto stabilito dalla direttiva Ue (2011/8/EU) adottata alla fine di gennaio.

Il ritiro dovrebbe essere completato entro la meta’ del 2011, mentre gli Stati membri – rileva l’associazione del Panda – hanno ”il compito di comunicare alla commissione le misure giuridiche messe in atto per adeguarsi alla direttiva”. Oggi – osserva Alessi – e’ ”una data molto significativa perche’ segna un traguardo importante nella salvaguardia della salute pubblica e dell’ambiente”. In questo modo si riduce, dice il Wwf, ”l’esposizione della parte piu’ vulnerabile della nostra popolazione, i bambini”, evitando i rischi legati, per esempio, ”al contatto diretto del biberon con il latte”.

Da anni il Wwf, in accordo con la comunita’ scientifica, sollecita una regolamentazione piu’ severa per gli interferenti endocrini (Ie) che impattano sulla vita dei bambini e degli adulti. La lista e’ lunga e comprende, tra gli altri, ”le diossine, i ritardanti di fiamma utilizzati in apparecchiature elettroniche e nelle tappezzerie, nonche’ diversi pesticidi”. Secondo Alessi ”urge che la Ue metta in atto una regolamentazione piu’ severa”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.