Categorie
Salute

Farmaci e sigarette elettroniche, 200 euro per smettere di fumare. Test a Prato e Trieste

Costa circa 200 euro un trattamento di quattro settimane con i farmaci per smettere di fumare. L’armamentario farmacologico prevede prodotti come la vareniclina, nicotina sostitutiva e sigarette elettroniche ma molti fumatori rinunciano proprio a causa dei costi a una terapia che fa uscire dalle loro tasche una cifra a volte inferiore a quello che loro spendono in sigarette. Eppure i tassi di successo di abbandono al fumo raggiungono nell’immediato il 70% e oltre il 40% dopo un anno.

Il punto è stato fatto al termine della consegna dei premi all’Istituto superiore di sanità ai vincitori fumo, salute e sanità, due Asl di Prato e Trieste che hanno introdotto nei propri centri antifumo anche la terapia farmacologica gratuita. Sull’opportunità dell’utilizzo dei farmaci gli esperti presenti al convegno sembrano concordi.

“I fumatori sono convinti che possono smettere di fumare quando vogliono – dice Roberta Pacifici dell’Osservatorio fumo, alcol e droga dell’Iss – ma si tratta di un’illusione, dopo pochi mesi chi tenta da solo ricomincia mentre la possibilità di successo è cinque volte maggiore se ricorriamo all’aiuto del medico o dei centri antifumo che propongono terapie comportamentali e farmacologiche”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.