Categorie
Salute

Francia: il governo contro la bibita anti-sbornia, incognita effetti collaterali

Outox, la bibita della discordia

Il governo francese punta il dito contro la commercializzazione di Outox, la bevanda ‘anti-sbornia’ che promette di ridurre il tasso di alcolemia nel sangue, lanciata  venerdì 18 giugno in Francia. In particolare, il segretario di Stato al commercio, Herve Novelli, ha lanciato un forte appello contro la diffusione di questo prodotto, almeno fino a quando i suoi effetti sull’organismo non saranno valutati scientificamente dall’Aesa, l’agenzia europea per la sicurezza alimentare.

Novelli, si legge in una nota diffusa a Parigi, chiede alla direzione generale della concorrenza “di mettere in mora la società che commercializza la bevanda Outox, in modo che si conformi alle normative comunitarie e non commercializzi questo prodotto” fino a quando non saranno stati fatti i necessari accertamenti.

Il segretario di Stato mette anche in guardia i cittadini, in particolare i giovani, contro il consumo di questa bevanda. “L’utilizzo di questi prodotti – si conclude nella nota – può indurre un falso sentimento di sicurezza e dissuadere dal limitare il consumo di alcool”. Nei giorni scorsi, anche medici ed associazioni per la lotta all’alcolismo avevano lanciato un simile allarme. Una prima versione della Outox era stata commercializzata in tutto il mondo, Italia inclusa, dalla società belga Lifestyle Drinks SA. La società belga ha poi venduto la sua licenza a Outox International, che dice di aver modificato la composizione del prodotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.