Diagnosi: emorroidi. Ma era un tumore e lei è morta dopo poche settimane

Diagnosi: emorroidi. Ma era un tumore e lei è morta dopo poche settimane

ROMA – Rimandata dal pronto soccorso al medico di base con la diagnosi di ’emorroidi’, ma dopo alcune settimane le scoprono un tumore in fase terminale. E’ quanto è successo a una donna di 84 anni come segnalato dal presidente del coordinamento nazionale Caregiver e coordinatore nazionale dell’Aduc Gianfranco Mannini che, in un comunicato, definisce la storia un ‘gravissimo episodio di malasanita.

Secondo quanto si legge nella nota dell’Aduc, l’anziana si è presentata il 26 febbraio al pronto soccorso di Livorno per via di un forte malessere della donna. Visitata dopo diverse ore, racconta Mannini nel comunicato, il medico le ha diagnosticato un’infiammazione alle emorroidi rimandandola a casa. Dopo aver visto che dopo circa 20 giorni la donna continuava a stare male i parenti l’hanno portata all’ospedale di Cisanello dove, al pronto soccorso, i medici “provvedevano con immediatezza a sottoporla alle analisi di routine”, procedendo poi a un ricovero d’urgenza. “Nei giorni successivi veniva accertato un tumore all’ultimo stadio e le diagnosticavano pochi giorni di vita”.

La donna è morta il 27 aprile. Mannini scrive di aver spedito una relazione sul caso all’assessore regionale alla Salute Daniela Scaramuccia e al direttore generale dell’Asl Monica Calamai chiedendo “l’apertura di un’inchiesta”.

Potrebbero interessarti anche...