Categorie
Salute

Eccitazione femminile no problem, la scienza è vicina al "viagra rosa"

Un “viagra rosa”? La scienza è vicina a scoprire il segreto dell’eccitazione femminile. Il farmaco sperimentale si chiama UK-414,495 e contiene, secondo uno studio condotto da Chris Wayman presso i laboratori della Pfizer a Sandwich nel Kent,  la molecola che scatena l’orgasmo della donna. Ad annunciare la scoperta il British Journal of Pharmacology che parla della sostanza capace di attivare la stimolazione del nervo pelvico, aumentare l’afflusso di sangue ai genitali femminili e quindi determinare il “risveglio” dei sensi di lei.

Il disturbo dell’eccitazione sessuale, che riguarda fino al 40% delle donne indipendentemente dall’età, è l’incapacità o la difficoltà nel raggiungere o mantenere un’eccitazione sessuale normale in risposta ai “giusti stimoli”. Spesso associato al disturbo del desiderio e a quello dell’orgasmo, le cause del deficit di eccitazione femminile restavano fin qui poco comprese.

I ricercatori spiegano che tutto parte dal nervo pelvico (che innerva il colon e la vescica) che, stimolato, attiva la molecola vasodilatatrice VIP che dilata i vasi dei genitali femminili e dà avvio all’eccitazione. La UK-414,495, concludono gli esperti, è solo un prototipo ma non può ancora essere sviluppato come farmaco, però una molecola simile potrebbe essere candidata a principio attivo del viagra rosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.