Categorie
Salute

La sana dieta mediterranea riduce il rischio di trombosi

Contro il rischio trombosi a tavola niente e’ meglio di una sana dieta mediterranea, a base di pesce, olio e anche un po’ di vino. Lo assicura uno studio dell’Universita’ Cattolica di Campobasso condotto dal professor Augusto Di Castelnuovo e presentato durante il 21.mo International Thrombosis Congress, in corso a Milano.

Secondo la ricerca, bere moderatamente evita l’insorgenza di nuovi eventi cardiovascolari ischemici in pazienti colpiti da ictus e infarto: si arriva al 20% di attacchi in meno, vale a dire un evento risparmiato ogni cinque. Anche caffe’ e cioccolato svolgono un ruolo importante: il primo, assunto in 5 o 6 tazzine al giorno, fa calare del 35% la probabilita’ di trombosi venosa, mentre il secondo, soprattutto se fondente, avrebbe un ruolo significativo nell’aumentare l’effetto anti-aggregante dell’aspirina.

Molto importante anche il ruolo del pesce: e’ stato infatti dimostrato che i PUFA n-3 (noti anche come omega-3), largamente presenti nei prodotti ittici, esercitano effetti positivi sulla funzione delle piastrine. Ad esempio una ricerca dell’universita’ di Troms , in Norvegia afferma che il consumo regolare di pesce (piu’ per le donne che per gli uomini) protegge da eventi trombotici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.