Depressione post-partum, colpita una donna su sei

ROMA – La depressione post partum, i disturbi dell’umore e la tristezza da neo-mamme colpiscono il sedici per cento delle madri italiane. I problemi iniziali, poi, si possono trasformare in vere e proprie patologie se trascurate.

Per prevenire e curare la depressione post patrum sono nate le nuove Linee Guida Italiane sulla depressione in maternità, che si rifanno ai parametri europei in materia

Le Linee Guida sottolineano la necessità di una maggiore attenzione verso lo stato emotivo di mamme e future mamme, osservandone anche la storia personale e familiare della donna e l’eventuale presenza di disturbi precedenti alla gestazione, come stati d’ansia.

A differenza di altre forme di depressione, però, quella post partum può colpire anche donne che non hanno mai sofferto di ansia o episodi depressivi prima della gravidanza, e che hanno avuto un percorso sereno fino alla nascita del bambino.

A causare gli sbalzi d’umore, più o meno gravi, sono le alterazioni ormonali, oltre alle ovvie responsabilità che avere un figlio comporta. Tutti stati d’animo che, se lasciati degenerare, possono portare a una ben più grave depressione.

 

 

 

Potrebbero interessarti anche...