Categorie
Salute

CNR,BENEFICI SUPERPOMODORO COME 2 MIRTILLI O UVA NERA

L’arrivo del superpomodoro che vanta una concentrazione superiore del 50% di licopene, annunciato oggi da Coldiretti, ”e’ un bell’esempio di intelligenza dei ricercatori, ma non una novita’ per la nostra salute: bastano due mirtilli o un po’ di uva nera e abbiamo gli stessi benefici”. A dirlo e’ l’esperto di biotecnologie Roberto Defez, del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr) di Napoli.

Defez osserva poi che l’annuncio e’ stato fatto da una organizzazione agricola solitamente attenta alla valorizzazione di prodotti a km zero e nazionali, ”quando sul superpomodoro il merito della ricerca non e’ certamente di Coldiretti, e trattandosi di un brevetto che mi sembra francese si va forse a promuovere un Made in Italy fatto in Francia.

Sembra un po’ tirato per i capelli” afferma ancora il ricercatore. Sul pomodoro San Marzano, il ricercatore Cnr sottolinea che ”non c’e’ piu’ perche’ ci sono due virus che lo hanno attaccato. E gli esemplari in commercio non sono i tipici simboli della ‘pummarola’ e della tradizione gastronomica partenopea. Potremmo recuperare i veri San Marzano – afferma l’esperto – ma dando il via alla coltivazione Ogm in campo che e’ resistente a quei virus. Ma qui si apre il dibattito che contrappone l’agricoltura industriale, da quella degli ortaggi al licopene. Il compromesso e’ impossibile perche non ci sara’ mai Ogm al licopene per mancanza di ritorno economico. Ma se continueremo a inseguire gli ortaggi per il consumo minuto, la bilancia agricola continuera’ a segnare un passivo, nell’interscambio internazionale, di 10 miliardi di euro l’anno”.

”Bene ha fatto Galan sugli Ogm – afferma infine Defez – che con grande coraggio ha sfidato la Lega e ha portato avanti la piu’ grande difesa della ricerca scientifica negli ultimi anni. Un passaggio culturale importante che ci riapre al confronto internazione, come si una nelle comunita’ scientifiche, e non alle riserve di caccia e alle rendite di posizione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.