Troppe grigliate: rischio tumore ai reni

bistecche alla griglia

Un eccessivo consumo di carni rosse cotte alla brace può favorire il rischio di cancro ai reni. L’allarme viene da uno studio del Health Science Center dell’Università del North Texas, negli Stati Uniti.

I ricercatori hanno scoperto che gli adulti di mezza età che mangiano spesso carne rossa alla griglia o alla brace hanno il 19 per cento in più di probabilità di vedersi diagnosticato un tumore al rene. La causa sarebbe nelle sostanze chimiche liberate con quei tipi di cotture.

I ricercatori hanno seguito un campione di circa 500mila adulti dai 50 anni in su: queste persone sono state intervistate sulle loro abitudini alimentari, tra cui il consumo di carne, e seguite per una media di nove anni.

Durante il periodo di indagine, circa 1.800 di loro hanno avuto un tumore al rene. Tutti i malati dichiaravano il più alto consumo di carne rossa, raggiungendo il 19 per cento in più di probabilità di ammalarsi.

Per di più, i consumatori di carni rosse hanno dichiarato di consumare la carne alla griglia o alla brace, con una maggiore esposizione, quindi, a sostanze cancerogene prodotta dall’esposizione diretta della carne a fiamme libere o a una superficie metallica calda.

 

Potrebbero interessarti anche...