Cancro al seno: il farmaco si paga in alcune Regioni

farmaci vari

Molte donne operate di cancro al seno, titolari di esenzione per malati oncologici, in alcune Regioni devono pagare il ticket per il Tamoxifene, un farmaco indispensabile che prima ricevevano gratuitamente. La denuncia é dall’Associazione Dossetti. Il caso è stato sollevato in Lombardia da Raffaella Malchiodi, che a soli 33 anni, dopo una mastectomia, è titolare del codice di esenzione 048 per i pazienti oncologici.

“Fino a settembre – racconta – per il Tamoxifene, terapia ormonale che devo seguire per cinque anni, non pagavo nulla ma giorni fa medico e farmacista mi hanno detto che non è più così. Ho contattato altre donne che hanno avuto il cancro al seno e ho scoperto che la situazione è comune in altre Regioni: in alcuni casi il Tamoxifene è gratuito, in altri si paga il ticket (generalmente tra 3 e 5 euro a scatola) sul farmaco specifico solo se c’é l’alternativa di un generico, in altri si paga anche l’equivalente, come nel Lazio”.

“La cosa grave nel Lazio – dice Roberta Pavan, direttore dell’Area del Farmaco della Asl Roma E – è che questo avviene perché la Regione paga fino ad un certo punto.

In altre Regioni un farmaco non si paga o si paga meno perché la Regione paga di più”. Inoltre, aggiunge Pavan, “sebbene io sia d’accordo sui generici, nel caso di pazienti come quelli oncologici, bisogna andarci cauti”.

Visto che il cancro al seno è il tumore femminile più frequente e colpisce una donna su dieci, quante persone si trovano in questa situazione? “E’ assurdo – commenta Corrado Stillo dell’Associazione Dossetti – che donne con problemi di tumore al seno, con esenzione totale codice 048, si sentano richiedere in farmacia il pagamento del ticket sul farmaco Tamoxifene, prescritto come indispensabile dagli oncologi. Un ticket odioso ed ingiusto, che mortifica la dignità della persona. Chiediamo alle autorità competenti – conclude Stillo – di realizzare una vera politica del trattamento dei malati oncologici, mirando ai veri sprechi e togliendo ticket ingiusti”.

Potrebbero interessarti anche...