Bambini prematuri, 5.500 l'anno pesano meno di 1,5 Kg

Bambini prematuri, 5.500 l'anno pesano meno di 1,5 Kg

bimboSono piccoli e spesso deboli. Ma con tanto amore e con un pizzico di fortuna riescono a sopravvivere. Ogni anno in Italia nascono 50 mila bambini prematuri, dei quali 5.500 pesano meno di 1,5 Kg e sono più a rischio di crescere con degli handicap. L’associazione Genitin, fondata nel 2003 da alcuni genitori che hanno avuto figli prematuri, aiuta le famiglie che si trovano a dover affrontare questo problema.

Donna Moderna ha dedicato un servizio a questi “piccoli combattenti”. I neonati prematuri nascono generalmente alla 28/a settimana di gestazione, ma possono vedere la luce anche alla 23/a. Mentre per i bimbi che pesano oltre un chilo la sopravvivenza è quasi certa e gli handicap sono rari.

«Più si abbassa l’età gestazionale, maggiori sono i rischi e minori le chance di farcela», ha spiegato Costantino Romagnoli, neonatologo del Policlinico Gemelli di Roma. E’ questo il caso di Antoine Ruiz nato dieci anni fa a sole 27 settimane e rimasto cieco a causa delle conseguenze del parto prematuro.

«Al quarto mese di gravidanza la placenta si è rotta e ho perso il liquido amniotico – ricorda la madre Paola, una delle fondatrici dell’associazione Genitin – Poi Antoine ha avuto una sofferenza cardiaca e si è deciso di farlo nascere. Pesava 800 grammi». Da allora per Antoine è stato un cammino in salita tra visite, ricoveri e operazioni chirurgiche.

Oggi il bambino sta bene e la famiglia sta affrontando altri problemi come l’integrazione scolastica. E la decisione di fondare l’associazione è arrivata quando, tra un viaggio e l’altro, la madre di Antoine si è chiesta come facevano quelle famiglie che non potevano permettersi cure private nè prendersi permessi al lavoro.

Potrebbero interessarti anche...