Aborto: non oltre la 20esima settimana

Aborto: non oltre la 20esima settimana

”A prescindere dal merito della sentenza del Tar, si vede come sia sempre piu’ urgente che finalmente si porti in discussione nell’aula di Montecitorio la proposta Buttiglione per limitare l’aborto entro e non oltre la ventesima settimana di gravidanza”. Lo afferma il presidente dell’Udc, Rocco Buttiglione, commentando il pronunciamento, reso noto a fine dicembre, del Tar sulle disposizioni sull’aborto in Lombardia dichiara.

”Si ha come la sensazione – ha aggiunto Buttiglione – che certe linee culturali trovino sponda in certa magistratura per portare avanti un disegno in favore dell’aborto libero che e’ in contrasto con le leggi e con la Costituzione italiana. Anche per la legge 194 l’aborto non e’ libero ma e’ un disvalore morale non punibile penalmente”. Il Tar della Lombardia ha bocciato la delibera della Regione che rendeva piu’ restrittive le norme sull’aborto. Secondo il tribunale Amministrativo la disciplina, varata nel gennaio del 2008, sarebbe ‘illegittima’ perche’ in contrasto con la legge nazionale 194.

A ricorrere ai giudici erano stati 8 medici sostenuti dalla Cgil Lombardia. In particolare la maggior discordanza con le norme nazionali riguardava i tempi per ricorrere all’interruzione di gravidanza, fuori dai primi 90 giorni in caso di grave pericolo per la salute della donna, prevista in 22 settimane piu’ 3 giorni invece che in 24 settimane.

Potrebbero interessarti anche...