I cosmetici possono contenere sostanze tossiche e cancerogene, come imparare a leggere le etichette?

I cosmetici possono contenere sostanze tossiche e cancerogene, come imparare a leggere le etichette?

I cosmetici di uso comune, come le creme, saponi, ecc, che tutti i giorni usiamo, possono contenere delle sotanze tossiche o addirittura cancerogene come, ad esempio, l’CIDO BORICO che fino a poco tempo fà veniva usato per il borotalco.

Dal 1998 sono state messe al  bamdo molte di queste componenti e anche i conservanti sintetici come la FORMALDEIDE, sotanza irritante e altamente cancerogena.

Proprio per questo dobbiamo preoccuparci di quello che mettiamo sulla nostra pelle minimizzando i possibili rischi che sostanze, come quelle sopra riportate, potrebbero arrecare al nostro organismo.

Il primo consiglio è quello di cambiare spesso cosmetico tenendo d’occhio quello riportato sulle etichette, considerando che le sostanze  vanno in ordine di quantità, quindi le prime dell’elenco sono presenti in quantità maggiore.

Le sostanze di cui non ci dobbiamo preoccupare sono: tocopheryl acetate o tocopherol o (vitamina B5), panthenol (vitamina B5), titanium dioxide o zinc oxyde, glucoside (tensioattivi di origine naturale).

Lesostanze di cui ci dobbiamo preoccupare sono: conservanti sintetici che possono rilasciare formaldeide (ad esempio Diazolidinyl Urea e Imidazolidinyl Urea), composti petrolchimici (es. Propylene Glicol),  utilizzati come solventi e diluenti e per trasportare i principi attivi, penetrano a fondo nella pelle dando luogo a fenomeni di sensibilizzazione, emulsionanti appartenenti alla categoria PEG (Polyethyleneglycole), danno un apparente effetto di idratazione dando effetti allergizzanti alle pelli più sensibili, emulsionanti e schiumogeni MEA / TEA / DEA (amine e amino derivati) possono causare reazioni allergiche e disidratazione, detergenti come Sodium Lauryl e Laureth Sulfate: meno aggressivi dei precedenti, possono causare irritazione.

Potrebbero interessarti anche...