Categorie
Salute

Le linee guida dell’Organizzazione Mondiale della Sanità contro l’inquinamento dell’aria

Benzene, radon, monossido di carbonio. Sono alcune delle 9 sostanze inquinati ”domestiche” altamente pericolose per la salute che l’Organizzazione mondiale della sanita’ (Oms) ha inserito nelle prime linee guida per migliorare la qualita’ dell’aria che respiriamo negli ambienti chiusi come case e uffici.

Obiettivo: ridurre i rischi per la nostra salute a livello mondiale. Queste sostanze rappresentano, infatti, importanti fattori di rischio sia nei paesi industrializzati che in quelli in via di sviluppo. Di qui la messa a punto delle linee guida, stilate da un gruppo di 60 esperti, indirizzate ai vari livelli di sviluppo economico e che riguardano tutti i gruppi di popolazione.

Il volume, che si rivolge alle autorita’ che si occupano della salute pubblica e agli specialisti che progettano e costruiscono gli edifici, elenca i traguardi da raggiungere per quanto riguarda la qualita’ dell’aria all’interno dei locali. In particolare sono state analizzate le sostanze emesse da edifici e materiali da costruzione o prodotte dall’attivita’ umana, come il carburante utilizzato per il riscaldamento o per cucinare, di cui esiste una prova scientifica tra sostanza e pericolo per la salute.

Dati alla mano, ogni anno in Europa muoiono 400 persone per avvelenamento da monossido di carbonio, mentre il 14% dei decessi per cancro ai polmoni e’ attribuibile all’esposizione residenziale di radon. Infine, l’esposizione a vita a concentrazioni di benzene come quelle osservate in molte delle case europee e’ responsabile di 10 casi di leucemia ogni 100.000 persone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.