Categorie
Salute

Il paracetamolo esporrebbe i bambini ad un maggiore rischio di allergie ed asma

Il paracetamolo, antidolorifico molto diffuso, potrebbe essere una causa dell’insorgenza di allergie e asma, soprattutto nei bambini, se hanno assunto questo farmaco nei primi 15 mesi di vita.

E’ quanto rileva una ricerca dell’Otago University di Wellington, in Nuova Zelanda, condotta su 1500 bambini e pubblicata sulla rivista Clinical and Experimental Allergy. ”La scoperta principale – ha affermato Julian Crane, autore dello studio – e’ che i bambini che hanno utilizzato il paracetamolo prima di aver compiuto 15 mesi, cioe’ il 90% del campione monitorato, hanno il triplo di probabilita’ in piu’, di diventare sensibili agli allergeni e il doppio di probabilita’ in piu’ di sviluppare sintomi come l’asma, a sei anni rispetto ai bambini che non hanno utilizzato il paracetamolo”.

Le cause di questo collegamento con il farmaco, secondo Crane non sono ancora chiare e serviranno altre ricerche per fare luce su questo aspetto, un dato pero’ e’ certo: ci sono evidenze che mostrano la correlazione. Inoltre, secondo il ricercatore, il paracetamolo, presente in molti farmaci per la cura del raffreddore e della tosse, ”e’ stato dato molto liberamente ai bambini piccoli”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.